La Provincia investe oltre 2 milioni di euro per lavori sulle scuole a Savigliano, Saluzzo, Fossano e altre città della Granda

Lavori per la messa in sicurezza e la messa a norma degli istituti scolastici

L’Istituto “Soleri Bertoni” di Saluzzo (ingresso ex caserma Musso) – foto Archivio Provincia

Cuneo – “La nostra priorità è diventata l’attenzione alle scuole, per migliorarne la sicurezza e adeguarne la messa a norma. Puntiamo su una scuola dove si possa stare bene e sicuri. La strada che abbiamo intrapreso ci permette di investire utilizzando parte dell’avanzo di amministrazione, come abbiamo già fatto o di pensare a possibili mutui per il futuro”.

Così la consigliera provinciale Milva Rinaudo ha commentato gli interventi che la Provincia, guidata dal presidente Federico Borgna, sta portando avanti dopo aver censito, sotto il profilo della idoneità strutturale e didattica, i fabbricati di propria competenza, in proprietà o trasferiti ai sensi della legge 23/96, che sono sedi di Istituti di Istruzione Secondaria Superiore. Ai sensi della legge di riforma 56/2014, infatti, permane in capo alla Provincia la competenza sulla gestione e manutenzione di fabbricati sede di Istituti scolastici superiori.

Tante le richieste e le segnalazioni pervenute dagli Istituti e dopo i conseguenti sopralluoghi effettuati, sono state individuate in questi giorni alcune criticità sul fronte della sicurezza, l’igiene e l’accessibilità da risolvere prioritariamente. Gli interventi, che ammontano ad un totale di circa 2,1 milioni di euro, sono inseriti nella programmazione annuale 2017.

Si comincia con l’Istituto Superiore “Cravetta” di Savigliano che ha necessità di lavori di risanamento per le murature portanti soggette ad umidità di risalita, oltre all’adeguamento della compartimentazione antincendio e degli impianti elettrici. Il Settore Edilizia ha pertanto predisposto un progetto di fattibilità tecnica ed economica per le spesa complessiva di 441.600 euro.

Un secondo intervento è previsto a Saluzzo, all’Istituto “Soleri-Bertoni” per lavori di sistemazione del tetto della manica di via Monviso che prevedono la ripassatura generale della copertura con l’inserimento di lastre sotto-coppo, coppi nuovi nello strato inferiore (concavo) e coppi recuperati nello strato superiore (convesso) oltre alla ripassatura e/o sostituzione di gronde, pluviali e faldaleria in rame per un costo totale di altri 441.600 euro.

Un terzo cantiere sarà aperto a Fossano, all’Istituto Superiore “Vallauri” per la ristrutturazione di quattro nuove aule e relativi servizi al terzo piano (manica di via San Michele) dove si provvederà anche alla posa di nuovi serramenti esterni, porte interne e porte taglia-fuoco, controsoffitti anti-sfondellamento e antincendio, oltre all’adeguamento dell’illuminazione ordinaria per le aule nuove e quella d’emergenza dell’intero plesso, l’adeguamento degli impianti idro-termosanitari al terzo piano e l’installazione di nuovo idrante a parete, per una spesa complessiva di 226.127 euro.

Altri interventi per la messa in sicurezza dei tetti sono previsti per alcuni Istituti Scolastici della Granda. Si tratta di lavori di ripassature e rifacimenti parziali dei manti di copertura per risolvere problemi di infiltrazione di acqua piovana, con l’inserimento di nuove tegole, ganci ferma-coppo, elementi ferma-neve e sistemazione e sostituzione di pluviali e faldalerie ammalorate. Gli interventi ammontano a circa 510.211 euro. La stessa cifra (510.211 euro) sarà investita dalla Provincia anche per lavori sui solai di alcune scuole che necessitano di messa in sicurezza dell’intradosso di solai in latero-cemento a rischio di distacchi di intonaco e fondelli di laterizio, inclusa la posa di reti anti-sfondellamento e controsoffitti fonoisolanti e resistenti al fuoco.