Comitato per il turismo montano della Granda, progetti per le stazioni sciistiche

Il tavolo di lavoro permanente (foto Uff. Stampa Provincia)
Il tavolo di lavoro permanente (foto Uff. Stampa Provincia)

Si è riunito martedì 20 ottobre con il consigliere delegato Pulitanò

Cuneo – Terzo incontro in Provincia per il comitato dello sviluppo del turismo montano creato per sostenere e coordinare i progetti  di promozione sciistica della Granda. Martedì 20 ottobre si sono riuniti i sindaci dei Comuni sede delle stazioni invernali coordinati dal consigliere provinciale delegato al Turismo, Rocco Pulitanò. Presenti anche i rappresentanti delle associazioni di categoria, Unione Industriale (Consorzio Cuneo Neve) e Confcommercio Cuneo, oltre alla Camera di Commercio.

Sono stati illustrati i diversi progetti di valorizzazione turistica da parte dei singoli Comuni, indicando le priorità di intervento allo scopo di redigere un piano generale di rilancio dell’offerta invernale da presentare alla Regione Piemonte per il finanziamento. In particolare, sono stati illustrati i progetti di valorizzazione turistica di Limone Piemonte, Frabosa Sottana, Frabosa Soprana, Roccaforte Mondovì, Argentera, Paesana, Sampeyre e Pontechianale, oltre ai progetti di Crissolo, Canosio, Viola, Roburent e Garessio.

L’idea emersa è stata quella di dare vita ad progetto complessivo di rilancio di tutta la montagna cuneese, dilatato su più anni (3-4 anni) per una somma indicativa di circa 50 milioni di euro. Tra le richieste che saranno rappresentate alla Regione ci sarà anche quella di sbloccare i finanziamenti assegnati negli anni scorsi,  in particolare sulla legge regionale 2 del 2009 e il rifinanziamento di una misura specifica destinata all’impiantistica. Da parte dei Comuni è stata ribadita la necessità di sbloccare i fondi attualmente “congelati” per il patto di stabilità, in modo da consentire la partecipazione dei Comuni stessi all’intervento in cofinanziamento dei progetti.

“La Provincia – ha concluso il consigliere Pulitanò – continuerà a portare avanti le istanze del territorio al fine, da un lato di riequilibrare la distribuzione delle risorse regionali e dall’altro di valorizzare appieno l’offerta turistica invernale ed estiva della Granda” .

Alcune immagini dell’incontro