“Start-up: il futuro del lavoro” con i ragazzi del Liceo “Da Vinci” di Alba

Presentazione giovedì 18 maggio ad Alba. La collaborazione dei Centri per l’Impiego.

Immagine di repertorio

Cuneo – La provincia di Cuneo è al terzo posto in Piemonte per presenza di start-up  create dai giovani, quinta regione italiana per numero totale di start-up,  secondo uno studio della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo pubblicato nel dicembre 2015. Al tema è dedicato uno studio realizzato dai ragazzi delle classi quarte del Liceo “Leonardi fa Vinci” di Alba che da anni hanno deciso di dare un taglio pratico al loro studio delle scienze sociali.

Se in passato la loro analisi dei fenomeni sociali si era concentrata sulla politica locale, quest’anno il loro interesse si è rivolto piuttosto all’economia. La presentazione sarà giovedì 18 maggio alle 18 nella Sala Polifunzionale del Liceo in piazza S. Francesco 1, ad Alba. Saranno presenti i rappresentanti del Centro per l’impiego di Alba, della sede albese della Camera di Commercio di Cuneo, delle istituzioni locali e del Centro Studi della Fondazione Cassa di risparmio di Cuneo. L’iniziativa ha il sostegno della Provincia di Cuneo.

Con il supporto di Lucilla Ciravegna, responsabile del Centro per l’Impiego di Alba, i dipartimenti di scienze sociali e di diritto ed economia dell’istituto albese hanno condotto una piccola indagine sui giovani e le start-up del territorio. Con questionari e interviste mirate gli studenti della classe  quarta Bs hanno cercato di capire cosa pensano i loro coetanei delle nuove imprese tecnologiche, quale sia la loro propensione a lanciarsi nella creazione di nuove imprese, quali siano le loro aspettative e la loro conoscenza di un settore in grande evoluzione. All’evento parteciperanno anche alcuni startupper che racconteranno dal vivo la loro esperienza di impresa, tra cui le cofondatrici della start-up “Le Langhette”, recentemente premiate dalla Fondazione Cariplo come migliore start-up dell’incubatore ReStartAlp.