Rinnovo per le tessere Bip di trasporto per disabili e altre novità per i trasporti pubblici

La provincia di Cuneo è l’unica del Piemonte tutta coperta dal biglietto elettronico Bip. Tariffe agevolate per le persone over 65 anni, a breve anche un sistema per pagare di meno quanto più si viaggia.

Pullman in corso Nizza a Cuneo (foto Uff. Stampa Provincia)

Cuneo – E’ iniziata la campagna per il rinnovo gratuito della tessera smart card bianca che permette la libera circolazione per le persone diversamente abili sulle linee di trasporto pubblico regionale (treni, autobus, tram e metropolitane del Piemonte). I titolari delle tessere riceveranno 15 giorni prima della scadenza una lettera con l’indirizzo dove dovranno recarsi per il rinnovo gratuito della tessera Bip. E’ possibile recarsi ella sede della Provincia di Cuneo – Settore Trasporti in corso Nizza 21 a Cuneo. Gli utenti che non hanno ricevuto la lettera devono verificare se la tessera è in scadenza (se è ancora attiva non è possibile procedere alla ricarica). Le smart card conformi al sistema di bigliettazione elettronica Bip (Biglietto integrato Piemonte) sono concesse ad uso strettamente personale e sono dotate di foto per semplificare la verifica dell’identità del portatore da parte dei controllori. Per maggiori informazioni, rivolgersi alla Provincia di Cuneo (Settore Trasporti – 1° piano) in corso Nizza 21 (orari lunedì 9-12, martedì 9-12, mercoledì chiuso, giovedì 14,30-16,30 e venerdì 9-12) oppure al numero 0171-4451 o ancora sul sito www.provincia.cuneo.it.

Si ricorda che anche per il 2018 il Consorzio Granda Bus ha proposto un abbonamento annuale a tariffa agevolata per gli over 65 sui bus del trasporto pubblico locale (Tpl) e valevole per tutto il territorio provinciale. Si articola in due tipi: annuale illimitato “65+” tariffa da 80 euro (se acquistato entro il 31 gennaio 2018 costa 65 euro anziché 80 ed è valido 24 ore su 24  su tutti i bus di linea delle aziende aderenti all’iniziativa); annuale ridotto “65+” a 55 euro (se acquistato entro il 31 gennaio 2018 costa 40 anziché 55, valido tutti i giorni dalle 9 senza limitazioni sui bus di linea delle aziende aderenti all’iniziativa). Al costo dell’abbonamento si dovrà aggiungere 5 euro per la tessera elettronica, che avrà una validità di 4 anni dalla data di emissione. Per chi è già in possesso della tessera Bip sarà sufficiente recarsi in ditta con l’abbonamento e ricaricare quello per il 2018. Di seguito le aziende che aderiscono all’iniziativa a cui richiedere l’abbonamento: Bus Company, Autolinee Allasia, Autolinee Nuova Benese, Autolinee Gunetto, Autolinee Sav, Autolinee Valle Pesio, Riviera Trasporti Piemonte, Geloso Bus, Nuova Beccaria, Nuova Saar, Sac, Stp, Giors, Actp. Per info: 800111773.

Infine, partirà a breve anche un progetto di revisione del sistema tariffario del Tpl promosso dalla Regione Piemonte e dal Consorzio GrandaBus. Si tratta di un innovativo sistema che permetterà una tariffazione decrescente legata ad un maggiore uso dei mezzi pubblici (più viaggio, meno spendo) e consentirà, in futuro, di viaggiare con un unico titolo su tutti i mezzi piemontesi sia su gomma che su ferro. Per definire il modello di integrazione, a partire da febbraio 2018, sarà attivata, in collaborazione con il Consorzio Granda Bus, una sperimentazione divisa in due fasi collegate. La prima fase del progetto partirà in provincia di Cuneo, unica provincia del Piemonte interamente coperta dal biglietto elettronico Bip. Durante il mese di febbraio gli utenti possessori di un abbonamento Od (Origine-Destinazione), potranno circolare liberamente ed illimitatamente su tutta la rete di autobus della provincia. In questo modo verranno raccolti i dati necessari per svolgere un’analisi dei comportamenti degli utenti del trasporto pubblico regionale e definire le scelte dello schema tariffario da introdurre. La seconda fase, che sarà avviata dopo maggio 2018, affronterà invece gli aspetti più tecnologici e organizzativi.

Potrebbero interessarti anche...