Ripristino frana lungo la provinciale 341, tra Vaccheria e Guarene: aggiudicazione definitiva dei lavori

Interventi conseguenti ai danni delle eccezionali piogge del marzo 2011

Cuneo Sono stati definitivamente aggiudicati all’impresa Creuma srl di Villafranca d’Asti i lavori di ripristino frana lungo la strada provinciale 341, nel tratto tra Vaccheria e Guarene (Piè del Monte). La ditta ha vinto la gara per un importo netto contrattuale di 160.588 euro con un ribasso del 26,86% sull’elenco prezzi unitari posto a base di gara. L’intervento rientra tra quelli diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali eventi atmosferici che hanno colpito il territorio del Piemonte nel marzo 2011.

I lavori (illustrati dal progetto esecutivo da 300 mila euro) consistono nella sistemazione della strada dove le piogge hanno aggravato i dissesti della scarpata e della carreggiata, causando notevoli problemi per gli utenti stradali. In particolare, sono previsti vari interventi: la costruzione di un primo muro di sostegno in cemento armato di 34 metri e alto tra i 2,10 e i 2,70 metri fondato su pali di medio diametro (profondità di 6 metri) e di un secondo tratto di muro lungo 55 metri e altezza tra 1,40 e 2 metri, anche questo fondato su pali. Si procederà poi al rivestimento della scarpata stradale, al ripristino della pavimentazione bitumata e alla regimazione delle acque mediante un nuovo attraversamento trasversale alla provinciale 341. I lavori prevedono la realizzazione di scogliera di sottoscarpa limitatamente al raccordo del muro con la scarpata stradale.

“Un ulteriore segno – commentano la presidente della Provincia, Gianna Gancia, e il vicepresidente, nonchè assessore alla Viabilità, Giuseppe Rossetto – dell’impegno graduale e costante promosso dalla Provincia in tema di ripristino della viabilità danneggiata dal maltempo. Giunge così a compimento un progetto necessario ed urgente perchè le piogge del marzo 2011 hanno peggiorato una situazione già a rischio, imponendo il restringimento della carreggiata a senso unico alternato”.