Sistemazione frane: lavori a Valmala, Novello, Monesiglio e Pontechianale

Gancia e Rossetto: “Progetti preliminari e definitivi per oltre 1 milione di euro. Pur in tempo di crisi resta altissima l’attenzione alla sicurezza”

Immagine di repertorio (Archivio Provincia)

Cuneo Continuano gli interventi di sistemazione e ripristino di tratti stradali franati dopo gli eventi atmosferici del marzo 2011. La Giunta provinciale ha approvato lunedì 10 settembre quattro interventi in diverse parti della Granda, per un impegno finanziario totale di  1.063.000 euro.

Il primo intervento riguarda la sistemazione della provinciale 109 nel trato con il bivio della provinciale 8 di valle Varaita, verso Valmala, con un progetto definitivo di 200 mila euro per disgaggi di materiale pericolante dai versanti vicino al ponte di Valcurta, posizionamento di reti paramassi e regimazione delle acque. Il secondo intervento per 500 mila euro a Novello che riguarda il progetto preliminare per i lavori di ripristino del corpo stradale franato sulla provinciale 58, al bivio della provinciale 661.  Qui sarà ricostruito un muro di sostegno a valle per la sistemazione della sede stradale e poichè la frana è dovuta ad infiltrazioni di acqua a monte, è previsto anche un intervento di sistemazione idraulica di cunette e versanti. Il terzo progetto approvato è un preliminare per lavori di sistemazione della frana tra la provinciale 54 e la provinciale 661 a Monesiglio, per un importo di 121 mila euro. Anche in questo caso si tratta di una messa in sicurezza del piano stradale danneggiato.  Infine, il quarto progetto ammonta a 242 mila euro ed è riferito alla frana tra Casteldelfino e Pontechianale lungo la provinciale 105, verso Bellino. Qui sarà rifatto un ponticello su un piccolo rio laterale che presenta una sezione non adeguata e sarà anche ricostruito un muro parzialmente crollato, con la ribitumatura di un tratto di strada.

Gli interventi sono coperti da fondi regionali e rientrano nel piano di lavori promosso dalla Provincia per fronteggiare i danni da maltempo prodotti alla viabilità dalle precipitazioni eccezionali del marzo 2011.

“Ancora cantieri in programma – spiegano la presidente della Provincia, Gianna Gancia, ed il vice presidente Giuseppe Rossetto – finalizzati al rispristino della viabilità danneggiata dal maltempo e al riavvio dell’utilizzo e della messa in sicurezza di strade vallive, che rappresentano spesso l’unica via di collegamento per i residenti dei centri in quota. Si tratta di  un impegno economico che, anche in termini di cifre, rispecchia lo sforzo costante portato avanti da questo ente”.