Lavori stradali per danni alluvionali a Guarene, Castelletto Stura, Roccabruna e Casteldelfino

 Per un primo lotto di interventi assegnati alla Granda 9.800.000 euro

Immagine dei danni causati dalle alluvione (foto Archivio Provincia)

Cuneo La Giunta provinciale ha approvato lunedì 4 giugno quattro progetti preliminari per lavori di sistemazione della viabilità e del territorio cuneese a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il Piemonte dal 14 al 17 marzo 2011. Nell’ambito del piano generale di ricostruzione, conseguente al maltempo, sono stati assegnati alla Provincia di Cuneo 9.800.000 euro, per un primo lotto di interventi. i quattro progetti approvati saranno finanziati con parte di tali fondi.

“Il ripristino delle carreggiate stradali di competenza e la sistemazione dei danni causati dal maltempo – dicono la presidente Gianna Gancia e l’assessore alla Viabilità, Giuseppe Rossetto – interessano una parte rilevante della progettazione in atto da parte degli Uffici Tecnici della Provincia e rappresentano un impegno non indifferente per l’ente, a conferma dell’importanza che la difesa del territorio e la sicurezza stradale rivestono nell’ambito della programmazione provinciale”.

Un primo progetto preliminare, dell’importo di complessivi 300.000 euro, riguarda la strada provinciale 341 nel tronco Vaccheria-Guarene (Piè del Monte) per lavori di ripristino del piano viabile in frana mediante un’opera di sostegno. Il progetto definisce le caratteristiche qualitative e funzionali dei lavori, il quadro delle esigenze e delle prestazioni da fornire. Per la realizzazione dell’intervento sono previste occupazioni di terreni di proprietà privata per le quali verrà comunicato l’avvio del procedimento agli interessati.

Un secondo intervento per un totale di  462.650 euro è destinato ai lavori sulla strada provinciale 3 per il ponte Trunasse nel tratto Castelletto Stura-Centallo. Il ponte è stato danneggiato dalle piene del fiume e i lavori porteranno avanti la sottofondazione delle pile in alveo, proseguendo con una tipologia d’intervento già adottata per la zona più a rischio del ponte.

Il terzo progetto preliminare ammonta a 242.000 euro ed è relativo alla sistemazione della frana nel tratto Casteldelfino-Pontechianale lungo la strada provinciale 105 in alta val Varaita. Qui saranno rifatti alcuni attraversamenti di rii minori così da regimare l’acqua piovana che scorre sulla carreggiata stradale. E’ previsto anche un lavoro di  consolidamento di un muro già parzialmente crollato.

Infine, il quarto intervento di 100.000 euro è destinato alle strade provinciali 122 e 334 nel tratto Dronero-Roccabruna-Sant’Anna Roccabruna per la sistemazione della frana sulla provinciale. In questo caso il torrente Roccabruna ha eroso parte della scarpata  stradale e sta compromettendo la stabilità della strada. Si costruirà una scogliera alla base del rilevato  e anche qui si provvederà alla regimazione delle acque e alla sistemazione dei pendii adiacenti alla strada.